Home Other Languages Other Languages
Phosphorus - Essenze Psicopatologiche Del Rimedio Omeopatico PDF Print E-mail
The following is a full and exact copy of Phosphorus contained in Essenze Psicopatologiche Del Rimedio Omeopatico.

Please note that you are not allowed to copy this page to your website. Check our copying policy for details.

 Essenze Psicopatologiche Del Rimedio Omeopatico

PHOSPHORUS

La diffusione e il tema che scorre attraverso la patologia del paziente Phosphorus. E' un processo di propagazione verso l'esterno, nell'ambiente paragonabile al diffondersi del fumo nell'aria o del colore di una bustina di the nell'acqua bollente. La stessa cosa accade all'energia, alla consapevolezza, alle emozioni e persino al sangue del paziente, come se non vi fossero barriere fisiche, emozionali e mentali. Phosphorus e vulnerabile ad ogni tipo di influenza: a livello fisico, vediamo che qualunque ferita o stress gli provoca una emorragia, perche le pareti vascolari sono deboli e permettono facilmente al sangue di diffondersi nei tessuti circostanti. A livello emotivo, le emozioni del soggetto Phosphorus vanno "a ruota libera" con poca abilita da parte del paziente di contenerle e di proteggere se stesso dalla sua vulnerabilita emozionale. Mentalmente, il soggetto Phosphorus dimentica facilmente se stesso fino al punto che la "coscienza- consapevolezza" non puo essere localizzabile e si dissolve tanto da perdere la sua identita e "spaziare all'esterno". Descriviamo prima una persona in piena salute che abbia la predilezione per Phosphorus che puo comparire in uno stato di malessere se il meccanismo di difesa viene schiacciato da troppo stress. Bisogna comunque tenere presente che prescriviamo solo in base ai sintomi patologici, non su quelli delle persone sane. Phosphorus fisicamente e quasi sempre slanciato, alto, delicato nei tratti, con pelle, mani e capelli delicati. Da ragazzo e caldo, estroverso, affettuoso, con tendenze artistiche o musicali; e molto sensibile, il ragazzo e molto aperto e impressionabile. Lo si puo "vedere attraverso", e un essere trasparente senza troppe riserve. Durante l'adolescenza ha un repentino scatto di crescita, da cui deriva il suo tipico aspetto slanciato, magro. Andando avanti con gli anni, Phosphorus e una persona calda, amichevole ed estroversa che ama la compagnia, gli amici, ma che si trova bene anche da solo per proseguire le sue ricerche artistiche. E' piacevole stare in compagnia di una simile persona perche lui o lei e comprensivo, pronto ad anteporre gli interessi degli amici a quelli personali, il soggetto e molto intelligente e raffinato. Non ha segreti, esprime apertamente cio che ha in mente. Diffonde liberamente calore ed affetto agli amici ed anche a sconosciuti. Una gran parte della sua vita si svolge in relazioni interpersonali. Puo diventare un buon politico, uno che si batte per cause umanitarie, oppure, per la sua capacita di vendere qualsiasi cosa in cui creda, un ottimo agente di vendita. E' molto impressionabile e credera a tutto cio che gli verra detto su cose al di fuori della sua competenza e, una volta accettata un'idea, ne sara entusiasta e convincente nei confronti degli altri. Questo tipo e un piacevole paziente per l'Omeopata perche ha fiducia. Crede in cio che gli viene detto e segue volentieri le istruzioni con aperta gratitudine. Fin dalla prima visita, il paziente vede nell'Omeopata un amico, gli stringe calorosamente la mano, siede con il busto in avanti sulla sedia, magari protendendosi a toccare il polso o la mano dell'Omeopata nel dare enfasi. Questo tipo di paziente "offre" liberamente i Sintomi, senza nascondere nulla. Ha una notevole predisposizione per ogni tipo di ansia, ma questa puo essere spazzata via facilmente con poche parole rassicuranti. La "dispersione della consapevolezza" e evidente per il fatto che Phosphorus sobbalza facilmente. Ognuno di noi si puo abbandonare a sogni ad occhi aperti in cui l'attenzione vola in tutt'altro luogo o circostanza. Se un suono improvviso, come il clacson di un auto, una porta sbattuta, un tuono ci colpisce, sobbalzeremo perche la nostra attenzione sara stata riportata bruscamente alla realta. Questo stato di sogno ad occhi aperti e quello in cui si riconosce meglio il paziente Phosphorus. La sua consapevolezza e "diffusa" ed egli non e capace di riprendere immediatamente il controllo. Durante un temporale, la persona normale potra sobbalzare al primo tuono, ma si preparera subito per udirne altri. Il paziente Phosphorus invece, non sara mai pronto perche la sua attenzione si perde immediatamente, sobbalzera ad ogni tuono successivo, come colto di sorpresa. Nel primo stadio della patologia predominano, di solito, i sintomi fisici. Nella fase iniziale (sia a 5 come a 35 anni) ci potra essere una tendenza per le emorragie, epistassi frequenti per cause irrilevanti, e mestruazioni che possono essere abbondanti e prolungate. Il sangue tende ad avere un colore rosso brillante. Questa "tendenza a sanguinare" e simbolica nell'essenza del rimedio. Tutto cio che di caldo e brillante ha questo soggetto, generalmente tende ad offrirlo a piene mani, senza badare molto a creare barriere. E' in questo stadio che il paziente Phosphorus e facilmente rinfrescato dal sonno. Cio e comprensibile se pensiamo che durante il sonno il normale sforzo per tenere desta l'attenzione fisica viene rallentato, rilassato. Le persone che hanno un maggior controllo e la mente pronta, generalmente impiegano un tempo di gran lunga superiore prima di raggiungere questo rilassamento; devono cadere in un sonno profondo. Phosphorus, invece, si addormenta facilmente perche la sua attenzione si dissolve immediatamente.

Sempre in questo stadio notiamo anche la sete del rimedio, particolarmente per le bevande fredde. Se gli capita di soffrire di bruciori di stomaco (il paziente spesso lamenta dolori brucianti interni - una manifestazione di calore) essi verranno alleviati dalle bevande fredde, ma solo finche le bevande o il cibo non si saranno riscaldati nello stomaco; poi il bruciore riprendera con maggiore intensita. Il soggetto e attratto particolarmente da dolciumi e cioccolato. Aggiungiamo a questo la sua tipica sete ed e facile prevedere in Phosphorus una persona "votata" al diabete. Con il progredire della patologia fisica, la tendenza alle emorragie si potra constatare ad un livello piu profondo. Il paziente potra soffrire di emorragie indolori del tratto gastro-intestinale, evidenziate da inattesa ematemesi o melena. Si possono notare possibili bronchiti in fase iniziali, anche se con emottisi di sangue color rosso brillante, o ematuria non accompagnata da altri sintomi. Esami clinici radiologici non riusciranno a scoprirne le cause. In queste circostanze, pensate a Phosphorus come ad una possibile cura.

Mentre i sintomi fisici prevalgono, nascono alcuni lievi sintomi nella sfera emozionale o mentale. Con il passaggio della patologia dal primo al secondo stadio, notiamo una diminuzione dei sintomi fisici ed un incremento di ansie e di paure. Certamente, e uno stato ansioso nei riguardi della situazione altrui, sia esso un amico o uno sconosciuto. Puo essere portato fino ad un grado di ansia patologica, tale da dissipare addirittura le energie del paziente stesso. Questo e un vero stato "compassionevole" (Sympathetic) mentre altri rimedi, nella stessa rubrica, sono indicati per pazienti in "ansia per gli altri", ma solo perche direttamente interessati. Il paziente ha una forte ansia per la sua salute. Diventa cosi suggestionabile al punto che, se viene a sapere di qualcuno che ha una malattia particolare, teme la possibilita di aver contratto la stessa. Ma, la sua suggestionabilita e facilmente attenuata da una contro-suggestione: basteranno poche parole rassicuranti da parte dell'Omeopata ed il paziente sospirera con sollievo e ringraziera ripetutamente, per tornare di nuovo in ansia appena sentira parlare di un'altra possibile malattia allarmante. E' in questo stadio che emergono molte paure: paura del buio, di stare solo, paura al crepuscolo. A volte, anche di un temporale. Sulle prime, queste ansie e paure sono piuttosto leggere, ma ugualmente convalidate per la prescrizione dalle sete e dal sonno ristoratore.

Al terzo stadio, il paziente e soffocato dalle ansie e dalle paure. Mentre prima erano lievi ed era facile rassicurarlo, ora consumano sempre di piu le sue energie e occupano la Sua attenzione tanto che trova sempre piu difficile rilassarsi; l'ansia puo portarlo ad un respiro affannoso che provoca uno squilibrio del Ph del sangue. Il sottofondo di continua preoccupazione e tensione impedisce il riposo anche durante il sonno ed il paziente si sveglia stanco ed in preda all'ansia (come Lachesis, Graphites ed Arsenicum). Infine, la continua preoccupazione diventa "un'ansia fluttuante a ruota libera" immotivata o comunque senza una causa identificabile. Come una musica di sottofondo, resta nel paziente la paura che qualcosa di brutto possa capitargli. Ogni cosa e anticipata dalla paura; terrore di una malattia incombente, in particolar modo paura dei tumori piu che di malattie del cuore ed infine di qualsiasi tipo di malattia. Alla fine, cade in uno stato di panico all'idea che la morte sia imminente. Sente che sta per morire, specie quando e solo prova una sensazione di confusione interiore, come di bolle che salgono e si diffondono fuori, oppure che l'anima stia lasciando il suo corpo. Ne deriva il panico, il respiro affannoso, l'eccitabilita e le palpitazioni. A questo punto il paziente ha bisogno di compagnia a causa della paura di una morte imminente. Il bisogno di compagnia puo essere cosi forte da spingerlo ad uscire di casa alla ricerca di un amico con il quale parlare, non gia della morte o della salute, come capita in particolare ad Arsenicum, ma di qualsiasi cosa e con chiunque, per cercare di alleviare il suo senso di panico. Con l'aumento delle paure, molti altri sintomi a livello fisico scompaiono: il soggetto non avra piu sete, ne bisogno di sale, ne voglia di pesce. Nel quarto stadio, la mente va letteralmente "a pezzi". Le paure diminuiscono ma la mente degenera. Ne deriva difficolta di concentrazione, incapacita di pensare coerentemente o capire cio che viene detto dagli altri. Il corpo e la mente sono ormai deboli ed il paziente diventa indifferente alla compagnia e a cio che lo circonda. Ne risulta uno stato di senilita o imbecillita. Un altro risultato finale comune nei pazienti Phosphorus e il colpo apoplettico che provoca la perdita di molte facolta mentali. Nell'ultimo stadio e molto difficile prescrivere un rimedio perche vi e una scarsita di sintomi capaci di distinguere i pazienti Phosphorus da altri rimedi. E' quindi indispensabile ottenere una storia dettagliata delle precedenti sequenze degli eventi e avere una profonda conoscenza dei vari stadi della patologia di ogni rimedio, per poter essere di aiuto al paziente. Una volta vista l'essenza di Phosphorus, bisogna solo confermare il rimedio con l'aiuto di sintomi comprovati. Secondo la mia esperienza, i piu indicativi sono: la sete, il desiderio di sale, il desiderio di pesce, il desiderio di cioccolata e di dolci; lateralita sinistra, incapacita di dormire sul fianco sinistro, formicolio sulla punta delle dita; perdita indolore della voce. Inoltre, altri pazienti Phosphorus possono essere indifferentemente freddolosi o calorosi, ma questi due sintomi non possono essere riscontrati entrambi nella stessa persona.